www.mat2020.com

www.mat2020.com
Cliccare sull’immagine per accedere a MAT2020

domenica 31 gennaio 2021

Banco del Mutuo Soccorso il 31 gennaio del 2020

Il 31 gennaio 2020 la “Transiberiana”, proveniente da un tour in giro per l’Italia, ferma a Roma.

Auditorium Parco della Musica, sold-out.

Il Banco del Mutuo Soccorso, con un trascinante Vittorio Nocenzi e la band in “stato di grazia”, lascia pubblico, critica e scettici a bocca aperta, per la perfetta esecuzione del concerto.

La Transiberiana e lanciatissima… solo il “covid-19” poteva fermarla!

Di tutto un Pop…

Wazza

Il Banco Del Mutuo Soccorso è tornato a ruggire. E ruggirà ancora, fiero e maestoso. Su di loro non c’è molto altro da aggiungere su quanto già si sa: insieme alla Premiata Forneria Marconi, gli Area e Le Orme, sono uno dei gruppi più importanti e rinomati del filone progressive rock italiano, e nessuno lo potrà mai negare.

La serata all’Auditorium Parco Della Musica ha visto la formazione, composta da Vittorio Nocenzi (pianoforte, tastiere e voce, guida del Banco fin dagli esordi), Filippo Marcheggiani (chitarra elettrica), Nicola Di Già (chitarra ritmica), Marco Capozi (basso), Fabio Moresco (batteria) e Tony D’Alessio (lead vocal), trasporre in dimensione live per la prima volta i brani di Transiberiana, album di inediti uscito nel maggio del 2019.

L’esecuzione? Perfetta, ovviamente, sia per quanto riguarda i nuovi pezzi che le vecchie perle. Il gruppo non ha perso minimamente il suo smalto con Nocenzi che, come un direttore di orchestra o un carismatico leader, funge da impalcatura di tutti i brani, e D’Alessio, che con il suo indiscusso talento si dimostra il giusto erede del compianto Francesco Di Giacomo. 

Umanamente poi, il gruppo non si è risparmiato, tra aneddoti di vita vissuta (molto bella la storia della nascita del figlio di Nocenzi prima del brano Imprevisti), riferimenti alla cultura musicale classica e un giusto e sentito tributo ai membri che non sono più tra noi (La memoria è spesso dolorosa, afferma il commosso tastierista).

Con uno sguardo rivolto al futuro e un pensiero al glorioso passato, il Banco chiude un bellissimo e completo concerto con Non Mi Rompete, degna chiusura di una splendida serata.

(Giuseppe Grieco)









sabato 30 gennaio 2021

Compie gli anni Phil Collins

Compie gli anni oggi, 30 gennaio Phil Collins, batterista, cantante, produttore, attore… insomma un “piccolo” genio. (punto)

Happy Birthday Phil!

Wazza

Tanti auguri Phil Collins! Il musicista è nato il 30 gennaio del 1951.

Ha emozionato gli amanti della musica di tutto il mondo, Phil Collins, sia con i Genesis che durante il suo periodo da artista solista.

Dal 1970 a oggi l’artista ha collezionato grandi successi (con Paul McCartney e Michael Jackson è uno dei tre musicisti ad aver venduto oltre cento milioni di copie, sia come membro di un gruppo che come solista), live indimenticabili e l’affetto riconoscente del pubblico.  

I Genesis

Il compositore e musicista britannico è nato a Chiswick, un distretto di West London. Fin da piccolo innamorato della batteria (ne riceve una a Natale quando ha appena cinque anni) grazie a un annuncio letto sulla rivista musicale Melody Maker si presenta a un’audizione e ottiene il posto di batterista per i Genesis. È il 1970, e da allora Collins è “il batterista” della celeberrima band, con cui incide album passati alla storia come “Nursery Crime”, “Selling England By The Pound”, “The Lamb Lies Down On Broadway”. Dal 1976, con l’abbandono di Peter Gabriel, Phil diventa anche il cantante del gruppo, che registra altri dischi di successo come “Abacab” e “Invisible Touch”.

La carriera da solista

Nel 1996 Collins si dà alla carriera da solista, collabora tra gli altri con Quincy Jones, Tina Turner, Robert Plant, Pete Townshend, Eric Clapton, e dà vita alla sua jazz band, i Brand X. Tra i suoi album da solista, ricordiamo “Face Value”, “Hello, I Must Be Going”, “No Jacket Required”. 

Collins appare anche in un episodio della serie tv “Miami Vice” e recita in film come “Buster” (è il protagonista della pellicola ispirata alla grande rapina al treno Londra-Glasgow del 1963) e “Hook” di Steven Spielberg (è l’Ispettore Good). 

Steve Hackett, Peter Gabriel, Tony Banks & Phil Collins. London, 1971

Nel corso della sua lunga carriera, vince sette Grammy Award, sei Brit Award e due Golden Globe. Vince anche l’Oscar per le canzoni composte per il film della Disney “Tarzan” (1999). 

Meno noto invece il riconoscimento ottenuto dalla McMurray University di Abilene, che gli ha conferito il titolo onorifico di Dottore in Storia. Collins è infatti un grande esperto di storia della Rivoluzione Texana e possedeva una ricca collezioni di cimeli risalenti al periodo che ha donato al museo The Alamo di San Antonio, in Texas.









mercoledì 27 gennaio 2021

Il compleanno di Nick Mason


Compie gli anni oggi, 27 gennaio, Nick Mason, batterista, polistrumentista, produttore, compositore, pilota automobilista... ma per tutti noi il batterista dei Pink Floyd.


Oltre alla lunga carriera con i Pink è stato produttore di Steve Hillage (ex Gong), Robert Wyatt (ex Soft Machine), Michael Mantler e il gruppo punk The Damned (poi dite male del punk...).
Premier e Ludwig sono le marche di batteria che preferisce.
Che altro dire... una leggenda!
Happy Birthday Nick!
Wazza







martedì 26 gennaio 2021

"Pictures At An Exhibition": una colonna sonora inaspettata

L’altro giorno, impossibilitato dall’arancione della regione, dal nero dell’incazzatura, dal rosso in banca… mi sono visto un “giallo”. A naso ho scelto “Non sono un assassino”, film del 2019 di Andrea Zaccariello, un ottimo thriller con tinte noir.

Ma quello che mi ha sorpreso è la colonna sonora, il regista ha utilizzato “Pictures at an Exhibition” di Emerson Lake & Palmer, con tanto di copertina in bella vista in alcune scene. 

Mi è venuta la voglia di riascoltarlo… commovente! La scala cromatica ha cambiato decisamente colore. Complimenti al regista per la scelta!

Di tutto un Pop…

Wazza






lunedì 25 gennaio 2021

Soft Machine in Italia nel gennaio del 1973



Nel gennaio del 1973 i Soft Machine sono in tour in Italia, il 25 gennaio suonano al Piper di Roma...

Di tutto un Pop…
Wazza




Video di repertorio

domenica 24 gennaio 2021

25 gennaio 1969: esce il brano "Proud Mary"


Il 25 gennaio 1969 il brano "Proud Mary" dei mitici Creedence Clearwater Revival, estratto dall'album "Bayou Country", entra in classifica USA Pop Chart, classificandosi al secondo posto: diventerà uno dei brani più famosi della storia del rock.

Di tutto un Pop…
Wazza 



Proud Mary è una canzone scritta dal cantante e chitarrista statunitense John Fogerty. Fu registrata la prima volta dal gruppo rock dei Creedence Clearwater Revival (nel quale Fogerty cantava e suonava la chitarra solista) nel 1969, nell'album “Bayou Country”. Distribuita come singolo nel gennaio 1969, diventò la prima entrata fra i primi dieci posti della classifica americana U.S. Pop chart, piazzandosi al secondo posto. Fu il primo di cinque singoli pubblicati dalla band che raggiunsero quella posizione nella chart e il fatto che il gruppo non abbia mai pubblicato un singolo che abbia raggiunto la prima posizione ha valso ai Creedence il record di gruppo con il maggior numero di seconde posizioni.



Nel 1971, fu registrata da Ike & Tina Turner una versione cover che differiva notevolmente dalla struttura dell'originale, ma che è tutt'oggi ben conosciuta ed è diventata una delle canzoni più riconoscibili cantate da Tina Turner. Questa cover è la più famosa. Sostanzialmente riarrangiata da Soko Richardson e Ike Turner, con un'apertura parlata, appassionata, e lenta introdotta da Turner, raggiunse il 4º posto nelle classifiche pop nel 1971.




sabato 23 gennaio 2021

I 70 anni di Vittorio Nocenzi

"Il musicista è un eternauta che viaggia fra meteori e lune spente. Nel silenzio del vuoto stellare. La maggior parte delle volte insegue miraggi, vede e sente qualcosa, ma il ricordo di tutte le altre occasioni simili, in cui non è approdato poi su nessun pianeta, lo lasciano nell'incertezza. Quando invece c'è un atterraggio giusto, gli capita spesso di non accorgersene subito, ma solo dopo tempo. Il musicista è uno che cerca sempre senza saperlo. È un registratore acceso sui rumori della vita e sui silenzi dei pensieri. Ogni tanto restituisce questi dati in un unico nuovo amalgama ottenuto con fusioni inattese, che chiamiamo musica. Il musicista è sempre innamorato dell'ultimo figlio nato, salvo poi disconoscerlo. Il musicista è un orfano pieno di nostalgia degli altri".

Vittorio Nocenzi

Compie 70 anni oggi, 23 gennaio, Vittorio Nocenzi, fondatore, tastierista, autore delle musiche, co-autore di molti testi, direttore artistico del Banco del Mutuo Soccorso.

Musicista a 360°, pochi in Italia hanno il suo talento. Ha scritto brani che sono patrimonio della musica, ha composto musiche per il cinema, teatro, balletti.

Sempre impegnato nel sociale, nella didattica e nel multimediale per i giovani, con progetti tipo "Musica Orienta", "Le chiavi segrete della musica", "Roma Electric Orchestra”, che hanno visto la partecipazione di migliaia di studenti di varie regioni Italiane.

Nel 2010 riceve ad Assisi il premio "artista per la pace", per il suo impegno nel sociale.

Nel 2016 viene nominato Ambasciatore Onorario per i giovani dell'Unesco.

Nonostante lo tsunami che ha travolto il Banco, privandolo in breve tempo delle figure di Francesco di Giacomo e Rodolfo Maltese, e ripresosi lui stesso da una "brutta avventura", Vittorio e tornato saldamente al timone del gruppo, con una nuova formazione e un nuovo progetto "Transiberiana", raccogliendo critiche e consensi da ogni parte del mondo !

E il viaggio continua…

Buon compleanno "maestro"

Wazza

Sono arrivati molti videomessaggi di artisti e amici, verranno pubblicati a breve, intanto un assaggio da parte di Ian Anderson dei Jethro Tull (grazie ad Andrea Vercesi).


A 7 anni… aspirante attore, fortunatamente a scelto la musica!












giovedì 21 gennaio 2021

Compie gli anni Franz Di Cioccio

Compie gli anni oggi, 21 gennaio, Franz di Cioccio, batterista, cantante, attore, scrittore, produttore, ma per tutti fondatore della Premiata Forneria Marconi, patrimonio della musica progressive mondiale.

Virtuoso, versatile, un vero "animale" da palcoscenico, ancora oggi punto di riferimento di tanti musicisti in Italia.

Una carriera straordinaria!

Nel dicembre 2006 viene insignito del titolo di Commendatore dell'Ordine della Repubblica Italiana, onorificenza data dal presidente della Repubblica a personalità che si sono distinte nel campo della scienza, delle lettere, delle arti e dell'economia.

Franz Di Cioccio è stato il primo musicista dell'area rock a ricevere questo riconoscimento. Con la PFM “macina” ancora concerti di grande qualità, mentre un nuovo album è in preparazione.

Happy Birthday Franz… o come dice lui "cento di queste rullate”!

Wazza

Curiosità

-Tra il 1970 e il 1971 ha suonato per un breve periodo con la Nuova Equipe 84, partecipando anche al Festival di Sanremo nel 1971 insieme a Lucio Dalla, con il capolavoro 4 marzo 1943.

-Cosa c’entra Franz Di Cioccio con Attila? Il noto batterista ha fatto una comparsata nel film Attila flagello di Dio del 1982, pellicola per cui ha scritto anche le musiche insieme a Franco Mussida.

-Nel 2006 è stato insignito del titolo di Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. È stato il primo artista rock a ottenere questo riconoscimento.

-Sono suoi molti jingle famosi della televisione. Ad esempio, ha composto insieme al bassista Patrick Djivas la musica della sigla del TG5.

-Pare che negli anni Settanta i Led Zeppelin fossero interessati a fargli un provino come batterista. Un aneddoto che dimostra quanto il suo talento sia arrivato anche fuori i confini d’Italia.

-La rivista Prog UK lo ha inserito tra i 100 artisti più influenti della storia del rock.

1972 Jam Session all'Altro Mondo di Rimini. Il forlivese Pasquale Venditto (al centro) con Franz di Cioccio, Elio D'Anna, Alberto Radius e Mauro Pagani


PREMIATA FORNERIA MARCONI  Ciao 2001 1981