www.mat2020.com

www.mat2020.com
Cliccare sull’immagine per accedere a MAT2020

venerdì 3 gennaio 2014

Stefano Pietrucci saluta Roberto Ciotti


Stefano Pietrucci ha inviato la sua testimonianza, il suo ultimo ricordo di Roberto Ciotti.
Non è riuscito, Stefano, ad adoperarsi nell’arte che predilige, quella della fotografia, ma il suo atto di rispetto non prevedeva di immortalare il bluesman il giorno del suo funerale, molto meglio con la chitarra in mano! 
Però... ci ha scritto!

Bene,  anche per Roberto è arrivato il momento dell'addio; oggi la Chiesa degli Artisti, in Piazza del Popolo era stracolma all'inverosimile, eppure Roberto non era tipo di facili confidenze, e chi c'era era un autentico amico, con tanto di lacrime agli occhi ed emozione che si tagliava col coltello… e io ne so qualcosa; nomi e volti noti, altri meno, ma che comunque fanno parte di quel mondo di cui Roberto era innamorato.
La musica per lui è stata vita, così come per chi lo ascoltava. Inutile fare i nomi di personaggi famosi e non, ma stamani c'erano tutti... o quasi.
 Roberto è stato, (per  la cronaca) portato e lasciato a PRIMA PORTA.
Non ci sono immagini della situazione perchè non ho avuto il coraggio di pigiare il tasto per un clic,  sarebbe stato chiedermi troppo!

 Ciao ROBERTO, ESEGUI UN RIFF PER NOI, OGNI TANTO, TI ASPETTIAMO!

1 commento:

  1. Il più grande bluesman italiano se ne andato in sordina. Purtroppo in Italia i grandi musicisti non vengono presi in considerazione

    RispondiElimina