www.mat2020.com

www.mat2020.com
Cliccare sull’immagine per accedere a MAT2020

lunedì 8 gennaio 2018

Ci ha lasciato Ray Thomas...


Iniziamo il 2018 con la prima perdita... se n’è andato il 4 gennaio Ray Thomas, flautista, cantante, fondatore dei Moody Blues.
La sua potente voce baritonale diventerà marchio di fabbrica della band.
Rip Roy
Wazza
È con profonda tristezza che Cherry Red Records e Esoteric Recordings si rammaricano di annunciare che Ray Thomas, membro fondatore, flautista e cantante dei Moody Blues, è morto improvvisamente nella sua casa nel Surrey, giovedì 4 gennaio 2018.
 Siamo profondamente scioccati dalla sua scomparsa e mancherà il suo calore, umorismo e gentilezza. E 'stato un privilegio aver conosciuto e lavorato con lui e i nostri pensieri sono per la sua famiglia e per sua moglie Lee, in questo momento triste.
 Nato a Stourport-on-Severn il 29 dicembre 1941, Ray è stato membro di vari gruppi del Birmingham Blues and Soul nei primi anni '60, in particolare con El Riot e i Ribelli, che hanno anche interpretato John Lodge e Mike Pinder in varie fasi della loro esistenza. Ray formò The Krew Cats con Mike Pinder nel 1963 e quell'anno il gruppo si esibì nella scena dei club di Amburgo. Tornando a Birmingham, Thomas e Pinder formarono i Moody Blues con Denny Laine, Graeme Edge e Clint Warwick. La band ha firmato per la Decca Records e ha avuto un successo mondiale con la cover di "Go Now" di Bessie Banks nel gennaio 1965.
 Nell'ottobre del 1966 la formazione Moody Blues cambiò con il reclutamento di Justin Hayward e John Lodge per sostituire i defunti Denny Laine e Clint Warwick. Lo stile musicale del gruppo cambiò radicalmente con l'incorporazione del mellotron nel loro suono, insieme al suono del flauto evocativo di Ray.

Il singolo della band "Nights in White Satin" del 1967 (dall'album "Days of Future Passed" - un album numero uno negli Stati Uniti nel 1972) è stato onorato da un magico assolo di flauto di Ray, contribuendo alla disposizione evocativa del canzone.
Oltre sette album pubblicati tra il 1967 e il 1972, i Moody Blues hanno avuto un grande successo, e ogni album è stato abbellito con composizioni di Ray come "Legend of a Mind" (sul campione psichedelico Timothy Leary), "Eternity Road", "And the Tide Rushes In "e" For My My Lady ".
A metà degli anni '70, Ray registrò due album solisti di successo; "From Mighty Oaks" (1975) e "Hopes Wishes and Dreams" (1976). Il successo di Moody Blues è continuato negli anni '80. La canzone di Ray "Veteran Cosmic Rocker" (del 1981 "Long Distance Voyager") ha messo in risalto il meraviglioso senso dell'umorismo di Ray.
Ray rimase con i Moody Blues fino al 2002 quando si ritirò dalla band a causa di problemi di salute. Nonostante i problemi di mobilità, Ray ha continuato a suonare e registrare di tanto in tanto, contribuendo con una nuova canzone, "The Trouble with Memories", ad un rilascio in box del 2010 dei suoi due album da solista e più recentemente all'album John Lodge "10.000 Light Years Ago" nel 2014.
Nel 2017 è stato annunciato che i membri dei Moody Blues, tra cui Ray Thomas, dovevano essere inseriti nella Rock & Roll Hall of Fame nel 2018.



2 commenti:

  1. Auguri Jimmy Happy Birthday

    RispondiElimina
  2. Auguri Jimmy Happy Birthday ciao da Genova (Italia)

    RispondiElimina